Scuola di Economia Civile

gennaio01

Scuola di Economia Civile

Print Friendly

Logo SECLa Scuola di Economia civile (SEC) nasce dall’incontro di studiosi, esperti d’impresa, operatori economici ed istituzioni sensibili all’idea di un’economia al servizio delle persone e attenta all’ambiente,che hanno scelto di condividere patrimoni valoriali, esperienze di studio e vita pratica con il mondo del lavoro e con chi opera nelle organizzazioni a movente ideale, nelle imprese, nelle pubbliche amministrazioni, nel mondo delle professioni, al fine di ricercare insieme e praticare un modo diverso di fare economia, più efficace e più rispettoso delle varie dimensioni delle relazioni umane.

 

Nel trecentesimo anniversario della nascita di Antonio Genovesi (1713-2013), primo studioso a ricoprire la prima cattedra di economia, prende il via la Scuola di Economia civile.

La Scuola di Economia civile si pone in continuità con la tradizione economica italiana, una visione dell’economia basata sulla relazione tra le persone, sulla reciprocità , sulla ricerca del benessere e non solo sul perseguimento della ricchezza. L’obiettivo della Scuola è promuovere la realizzazione di imprese, organizzazioni e mercati civili e civilizzanti che pongano al centro dell’agire economico la persona, i suoi bisogni, le sue aspirazioni e contribuiscano alla sua “fioritura” e al suo sviluppo umano integrale. In un mercato così concepito, i soggetti interagiscono non esclusivamente per auto-interesse, ma per mutuo vantaggio e in vista del bene comune, andando oltre la visione individualistica della società e la logica speculativa di massimizzazione del profitto che si è andata affermando su scala mondiale, determinando la cultura d’impresa oggi imperante e che è all’origine di questi tempi di crisi. La prospettiva economica e culturale identificata con il nome di Economia civile, facendo propria questa visione del mercato e dell’impresa, rappresenta il riferimento valoriale di questo progetto. Tra i promotori della Scuola di Economia civile vi sono Stefano Zamagni e Luigino Bruni e un gruppo di studiosi e studiose che hanno approfondito negli ultimi vent’ anni i temi legati all’Economia civile e che hanno ispirato e animato numerose esperienze significative e innovative, in Italia e all’estero. Attorno all’Economia civile si sono raccolte importanti istituzioni, operanti nei più diversi settori dell’associazionismo economico e non solo. In particolare vi sono Acli nazionali, Banca Popolare Etica, Federazione Trentina della Cooperazione, Federcasse, Economia di Comunione Spa, Istituto Universitario Sophia

 

La Scuola per perseguire i suoi fini sviluppa le seguenti attività:

• Iniziative di formazione permanente per chi opera nelle imprese, nelle cooperative, nelle organizzazioni e associazioni a movente ideale, nelle pubbliche amministrazioni, nelle libere professioni, a livello imprenditoriale, dirigenziale ed operativo;

• Convegni e seminari aperti al pubblico;

• Diffusione di pubblicazioni e ricerche sui temi dell’Economia civile.

Il programma formativo della Scuola si articola a partire dai temi fondativi dell’Economia civile, oggetto di un’esperienza

didattica consolidata e unica nel panorama formativo italiano sviluppata dagli studiosi e dagli esperti d’impresa che compongono la Comunità dei docenti.

La SEC offre ad imprenditori, dirigenti e quadri le seguenti iniziative:

1. Corsi avanzati

2. Convegni e seminari

3. Laboratori generativi

4. Formazione personalizzata

 

 

Indirizzo: Località Burchio

Comune: Figline e Incisa Valdarno

Cap: 50063

Provincia: Firenze

Cellulare: +39 380 1509545

Fax: + 39 055 8330444

Mail: segreteria@scuoladieconomiacivile.it

Web: www.scuoladieconomiacivile.it

 

 

  • Scritto da Redazione
  • 1 Tags
  • 0 Commenti