Foligno: quale lavoro e quale ricchezza creare oggi?

Maggio07

Foligno: quale lavoro e quale ricchezza creare oggi?

A Foligno un convegno per ridare valore al lavoro e alla ricchezza guardando all’Economia di Comunione

140503 Foligno 01 ridNella bella sede della Umbra Cuscinetti -azienda leader nel campo della produzione di meccanica di precisione per l’aereonautica, situata nella zona industriale di Foligno- il giorno 3 maggio si è svolto il convegno dal tema: “L’Economia di Comunione: una proposta per tornare a creare lavoro e ricchezza”.

Organizzato dai proprietari e dirigenti dell’impresa stessa, in risposta ad un desiderio manifestato da tempo al suo iniziatore, l’Ing. Valter Baldaccini*, il convegno intendeva mettere in luce l’ispirazione che la Umbra Cuscinetti ha trovato nella proposta dell’Economia di Comunione: così ha sottolineatoBeatrice Baldaccini che col fratello Antonio oggi si trova ad assumere l’impegno della gestione dell’impresa.

Luigino Bruni, docente di Economia presso la LUMSA di Roma, ha introdotto al “cuore” del convegno, domandosi: “Di quale lavoro e di quale ricchezza dovremmo parlare oggi di fronte ad un crisi economica che per la durata che sta assumendo deve essere compresa come una crisi profonda, strutturale?” “Perché” – continua – “non tutti i tipi di lavoro né tutti i tipi di ricchezza sono buoni. L’umanità è progredita chiudendo lavori sbagliati, per dar spazio e creare lavori più civili, più liberi e liberanti, così come non può essere il PIL, nel quale si conteggia anche la produzione di lavori mortificanti la dignità umana, l’indicatore unico della ricchezza di un Paese”. Quello che la crisi fa capire oggi è che la ricchezza buona è ricchezza condivisa, che tiene conto del bene di tutti e di ciascuno, del bene comune. “La prima forma di condivisione di ricchezza che ad Logo Umbra Groupesempio le imprese hanno per contribuire al bene comune è quella di pagare le tasse: le tasse sono una forma alta di comunione, a volte coraggiosa” – spiega ancora.

Sono imprese che intendono muoversi in questa direzione quelle che si ispirano alla proposta dell’Economia di Comunione: varie sono presenti nel Polo Lionello Bonfanti, polo imprenditoriale situato nel territorio toscano del Valdarno: la presidente Eva Gullo ne ha raccontato la storia e la vita mostrando come una realtà imprenditoriale così composita vuole e può far propria la sfida che un’economia fondata sulla condivisione comporta.

Al termine un dialogo fitto ha coinvolto i circa 150 partecipanti, accorsi dai territori circostanti, tra cui anche il vescovo di Assisi, Mons. Chiaretti: tra i presenti anche vari imprenditori del Polo Lionello Bonfanti. I partecipanti, stupiti, ma anche incoraggiati da quanto ascoltato, sembravano desiderosi di tradurre nelle proprie attività una prospettiva che dia nuovo valore al lavoro e alla ricchezza, un valore centrato sulla condivisione.

* L'Ing. Valter Baldaccini è mancato dopo una lunga malattia nella notte fra domenica 4 maggio e lunedì 5 maggio, appena in tempo per veder realizzato questo suo desiderio (ndr)

di Licia Paglione

Print Friendly, PDF & Email
  • Scritto da Aurelia
  • 1 Tags
  • 0 Commenti

CATEGORIE Altri eventi Notizie