Il Polo Lionello Bonfanti

gennaio01

Il Polo Lionello Bonfanti

Print Friendly


Un luogo dove si cerca di realizzare il sogno di una società senza più poveri attraverso l’attenzione ai rapporti 

Alle origini del Polo Lionello Bonfanti: l’Economia di Comunione

Alle origini del Polo Lionello Bonfanti c’è un viaggio in Brasile nel 1991: quello di Chiara Lubich, fondatrice del Movimento dei Focolari, che in quell’occasione percepì in modo nuovo lo stridore derivante dal forte contrasto tra ricchezza e povertà presente in quel continente.
“Avevamo visitato più volte la città di San Paolo in Brasile” – raccontò lei stessa – “ma, un giorno del 1991, l’abbiamo vista in quel suo paradosso, che ci ha fortemente impressionato e scandalizzato: una selva di grattacieli, regno dei ricchi, con, attorno, “corona di spine”, un’infinità di favelas, regno dei poveri. Una circostanza, un paradosso, attraverso il quale Dio chiamava anche noi a fare qualcosa”.
Un’osservazione che alimentò un’ispirazione che prese il nome di Economia di Comunione, una forma di agire economico e imprenditoriale alimentato da una nuova cultura economica, quella del dare e del condividere: in essa l’origine di imprese capaci di contribuire a sanare il divario tra ricchi e poveri e realizzare un mondo più giusto, più equo, più fraterno.

Per info: www.edc-online.org

L’impegno di condividere gli utili in vista di “fare dell’umanità una famiglia”

Per far questo, le imprese che liberamente aderiscono al proposta di Economia di Comunione si impegnano a condividere i propri utili suddividendoli in tre parti, destinate a tre differenti scopi: una parte va all’azienda, per il suo sviluppo e sostegno; un’altra per formare “uomini nuovi” e diffondere la “cultura del dare” e della reciprocità, senza la quale non è possibile realizzare un’Economia di Comunione; una terza va a costituire un fondo speciale di solidarietà per aiutare le persone svantaggiate, sovvenendo ai loro bisogni.
Questi tre scopi sono tutti orientati ad un unico scopo più generale, di natura non solo economica ma sociale, quello che orienta tutte le iniziative del Movimento dei Focolari: “fare dell’umanità una famiglia”

Un nuova teoria economica: civile e di comunione

Fin dalla sua nascita l’Economia di Comunione ha attirato l’attenzione del mondo accademico, in Italia come in vari Paesi del mondo. Circa 300 le tesi di laurea e dottorato elaborate, numerose le pubblicazioni scientifiche, molti i corsi universitari ed i congressi dedicati all’Economia di Comunione, alle sue realizzazioni, alle sue potenzialità. Oggi essa viene considerata come una delle forme più significative di Economia Civile (Bruni, Zamagni 2004), uno degli esempi contemporanei più rappresentativi di un ambito di pensiero e di prassi economica, antichi sebbene per lungo tempo dimenticati, centrato su principi ‘altri’ rispetto alla massimizzazione del profitto e attento alla crescita del bene comune.

 E. di C. Spa.: l’azionariato diffuso diventa una realtà

Il Polo Lionello Bonfanti è gestito dalla società E. di C. Spa che aderisce al progetto “Economia di Comunione”, costituita nel 2001. Coordina la promozione e lo sviluppo delle iniziative che coinvolgono il Polo e le aziende che ne fanno parte. Opera come Centro Convegni aperto a tutto il territorio nazionale.

La società, attraverso il Progetto Incubatore di Impresa, ha supportato l’imprenditorialità ispirata ai valori della reciprocità e all’impegno verso la ricerca del bene comune.

Per informazioni: www.edicspa.it

Polo Lionello e E. di C. Spa: coordinare, unire, ideare

Negozi di prodotti alimentari biologici, di componenti di arredamento, uffici di servizi assicurativi, informatici, studi professionali di consulenza e formazione aziendale, un poliambulatorio medico, vendita pannelli solari, servizi e soluzioni nel campo delle misure elettriche, vendita macchine ed impianti per riciclaggio materiali, Biscotteria specializzata in prodotti senza glutine: questo ed altro si può trovare al Polo Lionello Bonfanti.
In esso sono attualmente presenti oltre 25 le imprese diverse, ma insieme protagoniste di un unico progetto più grande: l’Economia di Comunione nella libertà, una proposta di economia civile che coinvolge oggi oltre 800 imprese a livello mondiale, accomunate dall’impegno di contribuire alla crescita del bene comune in una prospettiva culturale che crede nella possibilità di realizzare a livello mondiale rapporti più equi e fraterni.
A livello italiano, il Polo Lionello rappresenta il punto di convergenza per le oltre 200 aziende italiane che aderiscono alla proposta di Economia di Comunione, nonché di varie altre esperienze legate ad una visione civile dell’economia.
Il Polo si trova in località Burchio, nel comune di Figline e Incisa Valdarno (FI) a 20 km a sud di Firenze, nei pressi di Loppiano, una delle 35 cittadelle internazionali del Movimento dei Focolari, movimento da cui l’Economia di Comunione è stata sviluppata.
Il Polo Lionello è stato costruito grazie al contributo di oltre 5.700 azionisti ed inaugurato nel 2006. Si estende su 9600 mq di superficie, articolati su tre piani. Una grande hall accoglie i visitatori permettendo di accedere alla galleria centrale con negozi e laboratori. Ai piani superiori, si trovano studi, uffici, spazi espositivi e le tre sale convegni.
Queste sale, diverse per struttura e tipologia, capaci di ospitare fino a 90 persone, sono rese disponibili per attività formative e di convegnistica, offrendo dotazioni tecnologiche audio-video e servizi di video-conferenza, audio-conferenza e web conferenza.
Il Polo inoltre offre uno spazio di Temporary Office ispirandosi all’idea del co-working, creando postazioni temporanee di lavoro, che facilitano la creazione di sinergie tra diversi professionisti.
Un ampio spazio è poi quello della galleria, nel quale si affacciano negozi e laboratori e che può costituire una “location” per set fotografici, passerelle di moda, degustazioni ed
Il Polo, inoltre, offre, accanto agli spazi la possibilità di usufruire di numerosi servizi opzionali, quali:

  • attività di segreteria convegni;
  • allestimento sale con supporto hostess;
  • attrezzature audio-video ed informatiche;
  • ristorazione interna per coffee break, aperitivi, pasti a buffet.

 

Polo Lionello Bonfanti
località Burchio, snc – 50063 Figline e Incisa Valdarno (FI)
Telefono +39 055 8330400 – Fax +39 055 8330444
E-mail info@edicspa.com

 

Per approfondire le tappe del Polo:
www.pololionellobonfanti.it/cose-il-polo/polo-lionello-bonfanti/

  • Scritto da Redazione
  • 1 Tags
  • 0 Commenti

Articoli correlati