Innovare nei momenti di crisi

ottobre19

Innovare nei momenti di crisi

Print Friendly

logo_ceas Giovedì 20 ottobre, ore 10.30-13.00

Sala Convegni Intesa SanPaolo
Piazza Belgioioso 1
20121 Milano

Intervengono: Maria Grazia Guida, Vicesindaco del Comune di Milano; Pier Francesco Majorino, Assessore alle Politiche Sociali e Servizi per la Salute del Comune di MIlano, Don Virginio Colmegna, Vicepresidente Centro Ambrosiano di Solidarietà Onlus; Marco Morganti, Amministratore delegato Banca Prossima;Luigino Bruni, Professore Associato di Economia Politica, Università di Milano-Bicocca

Coordina gli interventi: Aldo Bonomi Presidente Associazione Aster

La crisi economica e le restrizioni della finanza pubblica da un lato, il mutamento dei bisogni e della struttura della popolazione dall’altro, impongono percorsi di innovazione necessari per mantenere il livello e migliorare la qualità dei servizi forniti. Diversamente, si rischia di dover limitare gli interventi a quelle che vengono chiamate “misure di ultima istanza”, ovvero limitarsi ad offrire risposte per arginare situazioni di grave emergenza, senza avere la possibilità di proporre il superamento delle stesse. Si rischia, inoltre, di non essere in grado di poter dare risposte a quelle nuove fasce, che proprio a seguito delle crisi, ci pongono di fronte a nuovi e sempre più complessi bisogni.

Le possibili risposte non possono prescindere dalla stretta collaborazione tra settore pubblico e privato sociale. L’ottica deve necessariamente essere quella di realizzare concretamente la sussidiarietà solidale: dove istituzioni e soggetti del terzo settore, con ruoli e responsabilità specifiche, riconosciute reciprocamente, lavorano solidalmente, cioè in modo corresponsabile perché appartenenti alla stessa comunità, integrando le competenze per il bene comune. La sussidarietà deve essere affrontata con metodo empirico, ragionando su esperienze concrete, che consentano al terzo settore di esprimere la propria capacità ideativa e alle istituzioni di mantenere la governance del processo.

Ecco perché riteniamo che sia necessario aprire un confronto con tutte le forze politiche e sociali presenti nel nostro territorio per decidere insieme quali obiettivi vogliamo assicurare e quali strumenti possiamo utilizzare per garantirci equità ed efficacia. In uno scenario di crisi globale e tagli alla spesa pubblica, che margini d’azione restano agli enti locali e alle organizzazioni del terzo settore?

Casi Studio:
Progetto riqualificazione Sociale Cascina Molino San Gregorio (Umberto Zandrini, Presidente ATS)
Il Villaggio Solidale CeAS (Cesare Kaneklin, Supervisore CeAS)

  • Scritto da Aurelia
  • 1 Tags
  • 0 Commenti

CATEGORIE Altri eventi Notizie