Jinfo it srl: tecnologia, relazioni, intercultura

Dicembre11

Jinfo it srl: tecnologia, relazioni, intercultura

“Lo straordinario nell’ordinario”
storie, di vita e d’impresa,
dal Polo imprenditoriale Lionello Bonfanti

 

Chi dice che nell’era digitale il rapporto umano abbia perso valore o comunque le transazioni siano più anonime e spersonalizzate?!

 

A dimostrazione del contrario ci sono vari esempi di chi opera nell’universo on-line con un forte imprinting relazionale e la Jinfo It Srl, che da un anno ha un ufficio al Polo Lionello Bonfanti, è uno di questi.

 

La società madre (azienda familiare la cui “J” del nome rimanda alle iniziali del titolare e del figlio) con sede principale in Francia ha dato vita al ramo commerciale Jinfo Italia ed il gruppo opera in ambito di sviluppo del business, web consulting, web marketing. Jinfo It Srl è quindi una giovane azienda di servizi informatici, rivolta a singoli, aziende, società, con core business in creazione di siti web (concezione, design, sviluppo, SEO), applicazioni e sviluppo mobile. Il tutto caratterizzato da modelli versatili, personalizzazione ed una scrupolosa assistenza clienti. Fanno parte del gruppo anche Proxiweb e Des-click, quest’ultima al servizio del commercio al dettaglio, con focus in ristorazione (asporto e consegna a domicilio).

Per conoscere meglio la realtà di Jinfo It, ci accordiamo con Maria Teresa Zolezzi, 46 anni -direttore commerciale ed associata di questa Srl- che al momento è fuori sede e si collega con noi da Djerba, Tunisia: paese che oltre ad ospitare un’unita tecnica di questa azienda italiana, è presente da tempo anche nel suo percorso individuale. In Tunisia, infatti, Maria Teresa il destino l’aveva già portata in passato: nel 2000 era partita dal profondo sud del paese ad esplorare anche la parte più autentica e non sempre benestante, ed imparando ad apprezzarne cultura e tradizioni; e poi ancora nel 2003, seguendo corsi intensivi di arabo alla Bourguiba School di Tunisi, conseguendo un attestato internazionale.

 

Scorcio di Homt Souk nell’isola di Djerba

Le origini della Jinfo It Srl risalgono ad un suo incontro con l’attuale titolare, circa 4 anni fa, quando lei stava attraversando un periodo particolarmente delicato a livello personale e non riusciva ad avere una stabilità lavorativa, complice anche un brutto infortunio. Lo chef, di origine tunisina, ha forse avuto il tatto giusto per tirar fuori talenti e combinare opportunità, nel momento strategico in cui la società -in espansione su più mercati- aveva bisogno di un responsabile per l’Italia.

 

Di lì a poco, un approfondimento del CV, vari scambi, una sintonia ed intensa formazione: così a Maria Teresa è affidato l’incarico che ha oggi. Non aveva padronanza in ambito informatico, venendo dal mondo immobiliare ed assicurativo, ma porta con sé un bell’approccio a livello commerciale (supportato anche dagli studi, come perito aziendale per corrispondenze in lingua estera) e il suo percorso in economia e marketing l’ha sempre affrontato con una gran voglia di relazionarsi -e misurarsi- con l’altro.

 

Il progetto Jinfo It sorge dunque dalla volontà di 2 persone di diversa cultura che vivono di reciprocità, rispetto della libertà altrui, e mutuo arricchimento. Non è sempre semplice, ma la sfida quotidiana è stimolante e generativa. “E’ un piacevole scirocco in continua evoluzione”, evidenzia Maria Teresa, per restare in linea con l’isola ventosa che al momento la ospita. Nel rapporto con il titolare ed altri collaboratori, regna l’unità nella diversità, esercitando costantemente la capacità di modellare se stessi nei confronti dell’altro (senza la pretesa che l’altro cambi per primo), di vivere al meglio le differenze ed instaurare un positivo rapporto biunivoco. E poi, “un titolare taciturno ed un commerciale loquace, si complementano e potenziano a vicenda”, racconta sorridendo.

 

Con questa impostazione, la scelta di uno spazio al Polo è venuta spontanea, quale cornice di un certo stile di fare impresa, secondo un’ottica inclusiva e responsabile, e con l’uomo al centro. Lavorare dal Polo Lionello rappresenta per lei l’essere accolti in una speciale “casa comune” e sentirsi parte di una comunità più ampia, quella dell’Economia di Comunione (EdC).

 

Entrando ancor più nell’approccio di lavoro di Maria Teresa capiamo che è una che non guarda l’orologio, cerca sempre di dare il massimo e rispondere in modo etico e creativo alle esigenze dei clienti, ben oltre lo scopo del solo profitto, spinta da quella sua innata propensione alla cura dei rapporti e al mettersi a servizio verso l’altro. “Cerco di prendere il meglio del passato e proiettarlo nel futuro -ci dice- per mantenere uno sguardo costruttivo e resiliente”. Si percepisce in lei senso di speranza, gioia e positività, forse anche grazie agli insegnamenti di “maestra vita”, che non le ha risparmiato sofferenze e difficoltà, e alla sua profonda fede, fondamento di ogni suo passo e relazione.

 

 

L’azienda serve oggi dal piccolo cliente (artigiano, libero professionista) ad aziende più grandi, affiancando in tutto ciò che riguarda l’ICT, presenza on-line, e-commerce, assistenza per pc. Si studiano le esigenze dei clienti e si offrono servizi funzionali a prezzi competitivi nella massima disponibilità (alcuni preventivi sono pronti in meno di 24 ore). I prossimi obiettivi riguardano uno sviluppo eterogeneo del target rivolgendosi anche a nuove categorie, quali patronati, università della terza età ed altri tipi di pubblico che finora non avevano un proprio sito ma che beneficeranno, oggi più che mai, di una presenza sul web organica ed ingegnosa.

Il biglietto di ritorno per l’Italia Maria Teresa lo ha per fine marzo, ma dal suo ufficio temporaneo tunisino, è sempre a disposizione per rinnovare vetrine on-line o trovare soluzioni per business digitali di ogni tipo.


 

https://www.jinfo.it/
https://www.des-click.it/

 

https://www.facebook.com/jinfoit
https://www.facebook.com/Desclick-italia-305134863699851

Print Friendly, PDF & Email
  • Scritto da Redazione
  • 1 Tags
  • 0 Commenti