La certificazione PMP

Gennaio19

La certificazione PMP

La certificazione PMP® (Project Management Professional) è la più diffusa e riconosciuta con oltre 400.000 certificati nel mondo ed una forte tendenza alla crescita; a garanzia di un giusto rapporto fra teoria e pratica, tale certificazione è ristretta a chi ha maturato una esperienza significativa nella gestione di progetti.

PREREQUISITI PER LA CERTIFICAZIONE PMP®

  • Chi è in possesso di laurea, deve dichiarare di aver maturato un’esperienza lavorativa di Project Management pari ad almeno 4500 ore (equivalente a circa 3 anni/persona). Tale esperienza si riferisce ad un minimo di 36 mesi considerando un arco di tempo che non può superare i 8 anni dalla data dell’esame PMP®. Nel caso di più progetti in sovrapposizione, l’arco di tempo deve essere quello “solare” mentre le ore di esperienza maturate sui singoli progetti si possono ovviamente sommare.
  • Chi è in possesso di diploma di scuola superiore o equivalente, deve dichiarare di aver maturato un’esperienza lavorativa di Project Management pari ad almeno 7500 ore (equivalente a circa 5 anni/persona). Tale esperienza si riferisce ad un minimo di 60 mesi (non sovrapposti) considerando un arco di tempo non superiore agli 8 anni dalla data dell’esame PMP®.
  • Indipendentemente dal titolo di studio, il candidato deve dichiarare di aver sostenuto corsi formativi nell’ambito del Project Management per un minimo di 35 ore complessive (equivalenti a 5 giornate solari). L’ambito dei fornitori di tale formazione è ampio e va dalle aziende riconosciute dal PMI® (REP – Registered Education Provider) alle società di consulenza/formazione e alle università.

Per qualunque approfondimento, si rimanda al sito PMI relativo agli ‘eligibility requirements’ e precisamente al PMP® Credential Handbook.

SINTESI DEL PERCORSO DI CERTIFICAZIONE PMP®

Le tappe per la certificazione (vedi schema di flusso) sono le seguenti:

1° step – Richiesta di eleggibilità

Tutti coloro che soddisfano i requisiti professionali e formativi di cui al punto precedente, possono sottoporre la domanda tramite il sito web del PMI® oppure utilizzando l’apposito Application Form incluso nel PMP® Credential Handbook.

Contestualmente è necessario procedere al versamento di un certification fee che varia in funzione dell’iscrizione o meno al PMI®, nonché della modalità scelta per l’esame (computer-based piuttosto che paper-based). Va detto che le differenze a livello di fee, unite all’opportunità di entrare a far parte di una comunità di professional, sono tali da rendere comunque conveniente l’iscrizione al PMI®.

2° step – Verifica delle credenziali

In tempi rapidi (dell’ordine di una settimana) il PMI® procede alla verifica delle credenziali dichiarate dal candidato nell’Application Form comunicandone l’esito che può essere di tre tipi:

  • La richiesta è accettata e, a questo punto, il candidato ha un anno di tempo per sostenere l’esame di certificazione; l’esame può essere ripetuto fino a 3 volte (con un fee aggiuntivo per ogni ripetizione) dopo di che, in caso di mancato superamento, occorre attendere un anno prima di provare di nuovo.
  • Per effetto di un sorteggio, la richiesta è sottoposta ad audit con l’emissione di una notifica online alla quale il candidato deve rispondere producendo dei documenti atti a certificare quanto dichiarato; una volta prodotta tale documentazione, la risposta da parte del PMI® è comunque sollecita.
  • La richiesta, sia a seguito della verifica di conformità, piuttosto che come conseguenza dell’audit, viene respinta in quanto non conforme ai requisiti richiesti; in tal caso, il PMI® provvede ad un riaccredito parziale del certification fee trattenendo per sé un 10% come costo amministrativo.

3° step – Studio preparatorio

La fase di studio può essere organizzata e condotta in modo del tutto autonomo, oppure accedendo ai percorsi formativi offerti da società qualificate presenti sul mercato. In entrambi i casi, si tratta di un impegno comunque significativo la cui durata andrebbe distribuita nell’arco di alcuni mesi (da 3 a 6, ovviamente in funzione dei vincoli lavorativi).

I testi cui far riferimento per lo studio preparatorio sono i seguenti:

  • A Guide to the Project Management Body of Knowledge (PMBoK® 4th edition)
  • Al testo base va aggiunto il documento sui principi di etica professionale denominato PMI® Code of Ethics and Professional Conduct.

Accanto ai suddetti testi, è altrettanto essenziale l’utilizzo di pubblicazioni e/o tools contenenti una raccolta di domande a risposta multipla del tipo di quelle adottate in sede di esame. Lo scopo è quello di verificare progressivamente il livello di apprendimento dei contenuti del PMBoK, ma soprattutto quello di acquisire la necessaria familiarità con il linguaggio e l’approccio che ispira le domande tipiche dell’esame di certificazione. Diverse sono le pubblicazioni disponibili (spesso integrate dall’offerta di tools interattivi per la simulazione d’esame) per la scelta delle quali si suggerisce di privilegiare quelle referenziate nel Bookstore del PMI® tenendo conto che un buon ‘allenamento’ in vista dell’esame si dovrebbe attestare nell’intorno delle 600-700 domande.

4° step – Prenotazione dell’esame

La prenotazione è legata alla sede e, a sua volta, alle seguenti tipologie d’esame:

  • Esame CBT (Computer Based Test): l’esame si svolge con modalità online presso i Centri Prometric ubicati a Roma e Milano. La prenotazione va fatta rivolgendosi direttamente a Prometric e permette un’ampia scelta di date senza particolari vincoli in termini di anticipo.
  • Esame PBT (Paper Based Test): l’esame si svolge su carta in località dislocate a non meno di 300 Km dal Centro Prometric più vicino. In questo caso, sia la data che la sede per l’esame vengono prefissate dal PMI® e richiedono quindi un maggiore anticipo per la fase di prenotazione (per scaricare la procedura dell’esame PBT clicca qui.

All’atto della prenotazione, è possibile richiedere che le domande d’esame siano rese disponibili in una lingua alternativa all’inglese (Language Aid). In modalità CBT, tale richiesta abilita alla possibilità di visualizzare ciascuna domanda, sia nella lingua originale, sia in quella alternativa.

5° step – Esame di Certificazione PMP®

Indipendentemente dalla modalità prescelta (CBT o PBT), l’esame è costituito da 200 domande a risposta multipla (con quattro possibili alternative). Tali domande sono suddivise fra:

  • 25 domande dette di pre-test, che non vengono utilizzate per il conteggio dello score in quanto si tratta di domande immesse più di recente e per le quali è previsto un periodo di validazione sul campo della loro efficacia e non ambiguità.
  • 175 domande rispetto alle quali viene calcolato lo score di superamento dell’esame che è stabilito attualmente alla soglia minima del 61% (pari a 106 risposte esatte). Non essendoci alcuna distinzione fra i due set di domande, il calcolo riferito al totale di 200 domande porta a determinare una soglia pari a 131 (nell’ipotesi di rispondere correttamente a tutte le domande di pre-test).

In termini di ambito, le domande sono ripartite in base ai 5 Process Groups (Inizio: 11% – Pianificazione: 23% – Esecuzione: 27% – Controllo: 21% – Chiusura: 9%) e al tema dell’etica professionale (9%).

 

MANTENIMENTO DELLA CERTIFICAZIONE PMP®

Una volta superato l’esame, il PMI® provvede rapidamente all’emissione del relativo certificato PMP® che è individuale e ha validità per tre anni.

Tale certificato può essere rinnovato ogni tre anni attraverso l’acquisizione, da parte del PMP®, di almeno 60 PDUs (Professional Development Unit), ovvero di veri e propri ‘crediti’ conseguiti grazie alla partecipazione ad eventi inerenti la disciplina del project management (congressi, corsi, seminari), piuttosto che alla pubblicazione di articoli e, in generale, all’insieme di attività volte all’arricchimento della propria base di conoscenza ed esperienza.

In tale contesto, la quasi totalità delle iniziative organizzate dal NIC prevedono il conferimento di PDU in quanto riconosciute dal PMI® come importante occasione di crescita professionale. Per i dettagli circa le modalità di acquisizione e di registrazione dei PDU si rimanda ad uno specifico documento emesso dal PMI® ed intitolato Continuing Certification Requirements.

Print Friendly, PDF & Email
  • Scritto da Aurelia
  • 1 Tags
  • 0 Commenti

CATEGORIE Eventi