“Chi va piano va sano e va a Loppiano, diceva mia nonna”. Così Matteo Renzi ha aperto stasera l’intervento ai festeggiamenti del cinquantesimo anniversario del centro internazionale deiFocolari. A Loppiano, frazione tra Incisa e Figline Valdarno, luoghi della sua infanzia, il premier ha stretto mani alla gente che lo ha accolto con un ‘Renzi Renzi’ e fatto selfie con alcuni ragazzi. Poi ha assistito a uno spettacolo con musica e teatro organizzato della cittadella. Ad attenderlo gli organizzatori della kermesse e il presidente della Provincia Andrea Barducci. Presenti anche alcuni parlamentari del territorio, tra cui l’eurodeputato Nicola Danti, David Ermini della segreteria Pd ed Elisa Simoni. Il premier è legato alla cittadella fin dai tempi in cui muoveva i suoi primi passi in politica. “Per me Loppiano è un elemento di grande vicinanza personale – ha detto il premier che ha spiegato che la nonna apparteneva al movimento dei focolarini – L’allora presidente del Consiglio Prodi venne nel 2006 , ricordare questo mi fa portare a voi la vicinanza di tutte istituzioni”.