Tre giorni di doppia formazione all’economia civile  

Aprile16

Tre giorni di doppia formazione all’economia civile  

Pubblicato su www.edc-online.org/it, 16.04.2014

Doppio appuntamento all’insegna dell’Economia Civile nei giorni 10-12 aprile, presso la sede della Scuola di Economia Civile (SEC), nel Polo Lionello Bonfanti.

140412 SEC IV Modulo 01 ridAl IV modulo del Corso avanzato in Economia Civile, promosso dalla SEC e previsto per l’11-12 aprile, si è accompagnato, già dal 10 aprile, lo svolgimento di parte del corso di Perfezionamento in “Economia Civile e Non Profit – Cultura e governance dell’impresa sociale”, promosso dal Dipartimento di Economia, metodi quantitativi e strategie d’impresa dell’Università Milano-Bicocca di Milano.

Molto popolata, dunque, in questi giorni la sede della SEC e grande l’interesse alle tematiche approfondite dai docenti che viene espresso con forza dai partecipanti, arrivati da varie parti d’Italia.

 Per il IV modulo del Corso avanzato in Economia Civile il tema trattato è sintetizzato nel titolo: “La gestione dei conflitti. Quando i valori entrano in crisi”.

Alessandra Smerilli, docente di Economia Politica presso l’Università Auxilium di Roma, introduce una dimensione conflittuale fondamentale a suo parere nel governo delle organizzazioni, soprattutto nei momenti di crisi, che chiama in causa la ricchezza derivante dalle differenze di genere.

«Un argomento di cui si sente oggi parlare – ci dice uno dei corsisti – ma in una prospettiva completamente diversa e molto più superficiale».

Nella sua esperienza organizzativa  si coglie questa differenza e il valore che può140412 SEC IV Modulo 02 ridcontenere?

«Si coglie con forza. Non sempre, però, si riesce a governare in modo positivo. Il ruolo delle donne, di là dagli slogan pseudopolitici, è ancora molto sottovalutato o deformato, perché si tenta di uniformarlo a quello maschile, senza valorizzare il femminile per le sue specificità».

Che cosa significa concretamente questo nella gestione di un’impresa?

«Significa lasciarsi sfuggire un’occasione per l’organizzazione. L’occasione che deriva dalla complementarietà delle caratteristiche maschili e femminili».

E le possibili crisi nella gestione di un’organizzazione, legate in particolare a impoverimento di moventi ideali, sono anche altre: Luigino Bruni e Alessandra Smerilli le presentano, aprendo anche piste che lasciano intravvedere possibili soluzioni.

Nell’altra aula della SEC, popolata degli studenti del corso milanese in Economia Civile e Non Profit, invece, è stato approfondito uno dei fenomeni contemporanei di Economia Civile, l’Economia di Comunione.

«La scelta di realizzare questo momento formativo presso la sede SEC, collocata nel Polo Lionello Bonfanti, punto di riferimento italiano e non solo dell’Economia di Comunione, è stata motivata proprio dall’argomento in programma» spiega Cecilia Storti, tutor del corso.

Oltre a momenti d’aula, curati da docenti quali Luigino Bruni, Alberto Frassineti ed Eva Gullo, sono stati previsti, infatti, visite ad imprese presenti nel Polo e aderenti all’Economia di Comunione e dialogo con imprenditori.

«Ci è sembrata – spiega Cecilia – un’opportunità preziosa da offrire ai nostri studenti perché siano in grado di conoscere anche in pratica esperienze di cui in teoria hanno sentito abbondantemente parlare. Inoltre, la forma residenziale prevista per questa tappa del corso ci è parsa anche un’occasione per permettere un rafforzamento della dimensione relazionale tra gli studenti».

Print Friendly, PDF & Email
  • Scritto da Aurelia
  • 1 Tags
  • 0 Commenti

CATEGORIE Notizie