Un fine settimana diverso

Luglio07

Un fine settimana diverso

Riportiamo una parte dell’intensa testimonianza di una partecipante all’incontro degli imprenditori Edc di Emilia Romagna e Marche al Polo Lionello del 29 – 30 giugno scorso

di Valeria Di Filippo pubblicato sul blog Valeria Di Filippo il 13/07/2013

È la fine di giugno quando mi reco in Toscana, nel Comune di Incisa Val D’Arno, in località Burchio dove, fra le colline, si erge il Polo Lionello Bonfanti, all’interno del quale si trova la libreria L’Arcobaleno. Ci vado per lasciare in “conto vendita” un po’ di copie del mio libro “Valentina racconta – Il mondo è bello perché è vario!”. Ma ci vado anche per conoscere quel Gualtiero Palmieri, con cui ho preso accordi telefonici, al quale le affiderò. E ci vado pure per vedere le mura e gli scaffali fra i quali stazioneranno le copie prima di passare nelle mani di chi forse… un giorno… le comprerà. […]

Vi trascorro una giornata e mezza insieme a imprenditori, professionisti, rappresentanti di associazioni, eccetera, provenienti dalle Marche e dall’Emilia Romagna. Alcuni aderiscono da tempo al progetto di Economia di Comunione mentre altri, come me, sono fortemente interessati a questa tematica. Tutti siamo venuti per conoscere o conoscere meglio il Polo, le persone che lo animano e l’esperienza che vi si fa; ma anche per conoscerci o conoscerci meglio e per fare un’esperienza di comunione e di confronto. […]

Gualtiero ci narra con cuore aperto e senza filtri la sua esperienza personale. Il suo sì emozionale e immediato alla proposta di Chiara Lubich. Lo sgomento che ha provato quando all’atto pratico si è reso conto delle difficoltà, dei sacrifici, delle rinunce, eccetera, che aderire a Economia di Comunione comporta. In particolare lo sgomento della prima volta in cui si è trovato a “dover” donare un terzo degli utili… Poi la scoperta della gioia (con la G maiuscola) di dare. Infine le enormi difficoltà economiche in cui si dibatte oggi, conseguenze della difficile scelta fatta oltreché della crisi economica generale. Il non avere più utili da donare. Il dolore (con la D maiuscola) di non dare. A volte si dà e a volte si riceve, dice Gualtiero. E anche il “non poter dare” e anche il “dover ricevere” sono esperienze importanti che ridimensionano e insegnano molte cose. Nel corso del racconto di Gualtiero e dei successivi colloqui intercorsi con lui vengono fuori anche altri aspetti della sua vita, ben più personali e intimi. E mentre lo ascolto mi sembra di sentire sulla mia carne le passioni che lo animano e i dolori che ha provato e che prova. […]

Si concorda sull’importanza di “fare rete”, di aprirsi a collaborazioni sinergiche, di mettere in moto creatività e fantasia per trovare soluzioni originali. Mi colpisce il fatto che, anche se molti di noi si incontrano per la prima volta, la comunicazione avviene in maniera estremamente immediata, spontanea, aperta, trasparente. E, anche se quello di cui si parla di più sono le difficoltà, i dolori e le preoccupazioni, in realtà quello che provo dentro di me sono soprattutto armonia, serenità, vicinanza, sostegno […]

Vedi articolo dedicato all’incontro degli imprenditori Edc  di Emilia Romagna e Marche al Polo Lionello

Print Friendly, PDF & Email
  • Scritto da Aurelia
  • 1 Tags
  • 0 Commenti